Villino Anni ’20 a San Giovanni V.no (AR)

Design d'Interni

L’abitazione è un terratetto facente parte di una schiera di edifici fronteggianti una via principale del paese. Lo stato in cui si trovava era, all’esterno ma soprattutto all’interno, in condizioni di totale assenza di manutenzione.
Fin dall’ingresso, però, pur essendo in tali condizioni, si poteva subire il fascino dato dalla conformazione degli spazi, dalla scala in graniglia sulla destra con il suo parapetto originale fatto a mano artigianalmente pezzo per pezzo, ai pavimenti in graniglia dai decori più vari.
La distribuzione degli spazi interni non è stata modificata proprio per non inficiare l’originalità della costruzione. Dall’ingresso, sulla sinistra, sono state create due grandi aperture, una per il soggiorno e una per la cucina, lasciando a vista le architravi in acciaio che sono state poi trattate a cera.
Tutti i solai sono stati rinforzati ed è stato posato un parquet di rovere naturale.
Le mattonelle di graniglia dei vecchi pavimenti sono state accuratamente selezionate dalla committente e sono state posate in vari spazi: in cucina, come rivestimento, in bagno, come rivestimento e parte di pavimento, ridonando alla casa la sua contemporanea originarietà.
La scala è stata trattata come punto centrale dell’intero immobile, il parapetto originale è stato dipinto di bianco ed è stato applicato un corrimano dello stesso colore delle architravi.
Il progetto per il piano primo è stato incentrato sulla realizzazione del soppalco. Sopra ai profili portanti di acciaio, anch’essi lasciati a vista, è stato posato un massello di rovere naturale. La scala di accesso al soppalco è stata realizzata con trave centrale in acciaio e gradini in massello di rovere. Per il parapetto del soppalco, si è progettato una griglia a tutta altezza, realizzata con rete elettrosaldata e dipinta di bianco.
Grazie anche alla forte ed eclettica personalità della committente, l’abitazione trasmette ora un calore vintage contemporaneo, che sembrava perduto, ma che necessitava solo di essere riscoperto.

Share Tweet Pin it